CASI
DI STUDIO

LA SFIDA DEL CLIENTE

Un nostro Cliente, affermato nel settore bancario, aveva bisogno di una verifica del background (KYC Due Diligence) di un uomo d’affari venezuelano altamente esposto. Il Cliente ha richiesto un’analisi della situazione finanziaria del cliente, in particolare delle fonti del suo patrimonio e del suo reddito.

GRP ha ricevuto informazioni preliminari sull’individuo, ma il quadro era incompleto e spettava a noi verificare e riempire le lacune, e fare un controllo incrociato. È importante sottolineare che l’individuo in questione proveniva da un paese sanzionato, evidenziando la necessità di una verifica approfondita dei suoi mandati e delle sue partecipazioni in entità sanzionate o dei collegamenti con individui sanzionati.

COME ABBIAMO AIUTATO

Per rispondere a queste esigenze, GRP ha fornito un rapporto di Enhanced KYC, che comprende un’analisi di primo livello delle fonti di ricchezza dell’individuo target. L’esperienza e la sensibilità dei nostri analisti ha svolto un ruolo cruciale nel filtrare le informazioni provenienti da database specializzati e fonti mediatiche, incrociandole con le fonti ufficiali disponibili e stabilendo l’evoluzione dei mandati e delle partecipazioni dell’individuo.

Le nuove scoperte hanno esteso la portata della ricerca a quattro giurisdizioni. Sono state riscontrate notevoli discrepanze tra le fonti patrimoniali messe a disposizione dal Cliente e quelle recuperate durante la ricerca di GRP, dimostrando che la maggior parte del patrimonio dell’individuo derivava dalle sue attività “off-the-book”. Il rapporto ha rivelato anche altri rischi, tra cui il coinvolgimento dell’individuo nelle attività di finanza offshore, gli stretti legami con gli attori politici e i soci sanzionati, dimostrando che le capacità di GRP garantiscono informazioni di qualità per le esigenze bancarie.

LA SFIDA DEL CLIENTE

Uno dei nostri clienti, una società svizzera internazionale, ci ha contattato a sostegno di un processo di Fusione e Acquisizione (M&A) di una società con sede nel Regno Unito.

Spesso incaricato da questo cliente per Due Diligence M&A, il team di GRP era ben attrezzato per redigere un rapporto approfondito sull’entità britannica.

COME ABBIAMO AIUTATO

La nostra ricerca si è concentrata dapprima sull’azienda britannica, per poi estendersi alle persone e alle entità ad essa strettamente legate per identificare e valutare gli eventuali rischi legati all’azienda target e i potenziali casi di frode.

La nostra indagine ha rivelato in primo luogo un potenziale rischio legato all’individuo identificato come il beneficiario finale (UBO) della società target: un possibile omonimo è stato oggetto di un’azione penale in India, il suo paese d’origine. Per il nostro cliente, tali informazioni costituirebbero un serio motivo per mettere in discussione il suo progetto di M&A in corso.

Gli specialisti di GRP hanno condotto una dettagliata indagine incrociata tra l’individuo omonimo oggetto dell’azione penale in India e il beneficiario finale collegato all’entità britannica.

In un paese in cui gli omonimi sono molto comuni, la nostra esperienza è servita a identificare le informazioni personali tra l’omonimo e l’individuo chiave di interesse. In questo caso, è stata fatta una chiara distinzione tra un individuo a rischio e l’UBO, permettendoci di mettere a tacere qualsiasi campanello d’allarme per il cliente riguardo al suo progetto di M&A, dandogli la chiave per procedere con fiducia.

ANTI-CORRUZIONE

Eliminare gli omonimi- sgombrare la strada per il business

LA SFIDA DEL CLIENTE

Nell’ambito della sua routine di conformità, il nostro Cliente ha richiesto una Due Diligence anticorruzione su uno dei suoi fornitori di servizi in Cina, una società di trasporti attiva a livello nazionale. Tale Due Diligence ha comportato controlli sul background di numerosi direttori e supervisori della società, tutti con molteplici omonimi referenziati in database specializzati.

La Cina rappresenta una sfida critica per quanto riguarda l’identificazione degli individui. Non solo è il paese più popoloso del mondo in cui gli omonimi sono molto comuni, ma anche nomi cinesi diversi sono spesso tradotti nello stesso nome in inglese, il che può portare a risultati imprecisi se si considerano solo le versioni inglesi dei nomi. Con i database di compliance e le fonti mediatiche che spesso si basano su nomi in alfabeto latino, i controlli di due diligence sugli individui cinesi possono trasformarsi in una vera e propria sfida.

COME ABBIAMO AIUTATO

Per eliminare in modo efficiente gli omonimi, gli specialisti di GRP hanno eseguito una strategia di ricerca in due fasi. Per prima cosa sono state raccolte informazioni dettagliate sull’identificazione di ogni individuo chiave coinvolto nell’azienda (il rispettivo sesso, foto, data di nascita, luogo di nascita, breve biografia, ecc.). Successivamente, sono state ricercate informazioni simili per i potenziali omonimi elencati nei database specializzati o citati in notizie sensibili. Con un controllo incrociato di questi elementi, GRP è stata in grado di escludere la maggior parte degli omonimi come falsi positivi e di identificare eventuali rischi reali presentati dal management e dagli azionisti della società cinese.

Di conseguenza, il Cliente ha ottenuto un report affidabile con un’accurata valutazione del rischio con tutti i rischi inerenti efficientemente mitigati.

LA SFIDA DEL CLIENTE

Il nostro cliente, una società attiva nella distribuzione di pezzi di ricambio, è tenuto a rispettare una serie di norme, tra cui la legge britannica sulla schiavitù moderna. Le aziende soggette a questa legge sono tenute a spiegare e pubblicare gli sforzi intrapresi per identificare e analizzare i rischi della tratta di esseri umani, dello sfruttamento e della schiavitù nella loro supply chain. Data la grande quantità di dati da elaborare, il nostro Cliente ha espresso la necessità di identificare innanzitutto, all’interno dei suoi fornitori, i paesi e i settori industriali più a rischio secondo le linee guida della legge britannica sulla schiavitù moderna.

COME ABBIAMO AIUTATO

GRP ha recentemente pubblicato due indici di rischio (l’Indice Globale della Corruzione e l’Indice ESG) progettati per identificare rischi specifici dal punto di vista del paese e del settore d’attività.

In questo caso, GRP si è offerta di personalizzare completamente l’indice ESG, uno strumento composito incentrato sui comportamenti socialmente responsabili, secondo le specifiche esigenze del Cliente. L’Indice ESG misura i rischi relativi all’ambiente, ai diritti umani e alla salute e sicurezza attraverso i suoi 3 sottoindici, ognuno dei quali comprende vari indicatori. Una serie di discussioni con il Cliente ha permesso di determinare i sottoindici e gli indicatori di suo interesse, nonché le caratteristiche specifiche del Cliente da considerare all’interno della personalizzazione dell’indice.

Per rispondere alla principale preoccupazione del Cliente (conformità alla legge britannica sulla schiavitù), GRP ha completamente personalizzato l’indice ESG selezionando i sottoindici e gli indicatori pertinenti e adattandone il peso in base ai requisiti di legge e alla situazione specifica del Cliente.

Alla fine di questo processo, 4 diversi indici sono stati consegnati al nostro cliente, con una documentazione completa.

Il nostro servizio di personalizzazione ha permesso al nostro cliente di perseguire il suo processo di compliance sulla base di indici costruiti appositamente per rispondere alle sue esigenze.

INDICI DI RISCHIO

Indici di rischio personalizzati per le vostre esigenze di compliance

SUPPORTO AL CONTENZIOSO

GRP può aiutarvi a mettere insieme i pezzi di qualsiasi rompicapo

LA SFIDA DEL CLIENTE

Il nostro cliente, uno dei principali attori dell’industria petrolifera e del gas, è stato citato in giudizio in una causa che si estendeva su più giurisdizioni. La causa riguardava lo sfruttamento di un giacimento petrolifero offshore e il cliente era rappresentato da diversi studi legali per gestirne il campo di applicazione.

Data la complessità del caso, il cliente aveva bisogno non solo di una revisione e di un’analisi di tutti i documenti ufficiali e interni relativi alla questione, ma anche di indagini approfondite su tutti gli elementi del caso per ottenere ulteriori prove. L’obiettivo di GRP era quello di garantire al cliente un quadro chiaro della situazione, fondazione necessaria per una strategia informata.

COME ABBIAMO AIUTATO

Global Risk Profile ha fornito vari servizi di supporto alle controversie con una risposta rapida. Un comitato di analisti è stato organizzato per trattare le esigenze del cliente e lavorare su ricerche e indagini simultanee che coprissero tutti gli aspetti del caso.

Da un lato, gli analisti del GRP si sono concentrati sulla revisione e l’analisi dei vari documenti del caso. Questo processo comprendeva la contabilità forense per rivelare eventuali attività finanziarie sospette, oltre a fornire al cliente un’organizzazione sistematica dei dettagli più importanti del caso.

Allo stesso tempo, gli analisti di GRP hanno condotto indagini approfondite sulle persone e sulle entità chiave identificate nel caso, compresi i controlli finanziari e di solvibilità. Per colmare eventuali lacune e per recuperare ulteriori prove, i nostri analisti hanno condotto ricerche mirate su fonti ufficiali, rapporti dei media, blog e social network. Durante l’intero processo, i dati sono stati costantemente sottoposti a controlli incrociati e tutte le incongruenze sono state evidenziate.

Nel complesso, GRP ha aiutato il Cliente a trasformare una situazione sfuocata e contraddittoria nel quadro più chiaro di cui aveva bisogno per affrontare la causa in corso. L’organizzazione e l’analisi delle principali fonti di informazione, nonché l’investigazione di nuovi elementi, ci hanno permesso di definire una cronologia di eventi che hanno portato alla luce gli sviluppi chiave del caso e che costituiscono uno strumento essenziale per il cliente. Inoltre, il nostro cliente ha ricevuto nuove prove di supporto utili alla sua difesa mentre il procedimento legale continuava.

Come possiamo aiutarvi?